lunedì 20 febbraio 2012

artearchitettura



.......Arte e Architettura........i mondi si intrecciano tra loro e il dialogo è costante, continuo ininterrotto......
Naturalmente ci portiamo dietro esperienze radicali, poveriste, le utopie, senz'altro in sintonia con le tensioni culturali di quell’epoca.
Facciamo nostra la trasversalità  e il piacere delle contaminazioni sia linguistiche che dei materiali, ed il  nostro  operare è si andrà a caratterizzare, dall’estrema semplicità con cui  utilizziamo i materiali poveri e di scarto  senza mai dimenticare che l’arte e l’architettura  sono discipline dove, la memoria gioca un ruolo fondamentale e i  territori su cui si configurano sono luoghi dello "spazio della memoria". 
E' questo un passaggio  che nel tempo, ho fatto mio e che per scelta mi fa da specchio e mi piace riportare  nei passaggi significativi del raccontare.

 "spazio della memoria". 

Questa esigenza primaria ci porta ad azzerare tutto.......... per poter poi ricostruire, quasi un operazione da homo faber che ha esigenza di un piano pulito su cui rimettere le cose e ricostruire...l'utopia, il sogno, la memoria....
mp

 
.

Nessun commento:

Posta un commento

E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.